Tre quesiti su marche diverse

In questa bellissima sezione ci sono approfondimenti tecnici sugli orologi Diver, letture, tests effettuati realmente su orologi subacquei ed infine richieste di aiuto tecnico. Contribuisci anche tu apportando nuove notizie e nuovi approfondimenti.

mirko_ricci
Salvage
Messaggi: 212
Iscritto il: 9 ott 2016, 10:07
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda mirko_ricci » 6 set 2017, 3:01

Secondo me ci hanno pensato


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Suant
First Class Diver
Messaggi: 1102
Iscritto il: 5 ago 2014, 12:25
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda Suant » 6 set 2017, 22:07

...diciamo anche che a 1800 euro non era proprio regalato...
no infatti non ci siamo... Non capisco il target, vuoi prenderti i subacquei? e me lo metti 1800 euro? Vuoi prenderti gli appassionati del genere? E me lo metti in concorrenza con una sfilza di automatici di nome?

Anche l appeal dai...cioè stiamo su Citizen quarzo ecodrive...
La tiratura che mi sembra di capire limitatissima (per il colosso nipponico) penso la dica lunga

mirko_ricci
Salvage
Messaggi: 212
Iscritto il: 9 ott 2016, 10:07
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda mirko_ricci » 7 set 2017, 3:18

Ah beh lo fà seiko un quarzo da qualche migliaio d'euro va tutto bene lo fa Citizen allora piovono critiche,vorrei capire che metro di misura avete,non per criticare ma Citizen almeno l'assistenza la dà!cosa che seiko non fà


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Suant
First Class Diver
Messaggi: 1102
Iscritto il: 5 ago 2014, 12:25
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda Suant » 7 set 2017, 7:51

Partendo dal presupposto che a 1800 euro il quarzo nemmeno lo considero (non per snobbismo, ma per complicazioni legate proprio alla possibilità remota, se non con la sostituzione, di intervenire sul calibro) mi son solo chiesto quale fosse il target.

Ha un estetica da orologio di Goldrake che fa si che lo si possa indossare quasi solo con la muta...ma un sub ricreativo ci spende 1800 per un orologio? Forse uno chi lo fa di professione? E si prende un ecodrive? A 1800 euro? Il budget impiegato in questa spesa copre parecchi subacquei automatici che indubbiamente hanno dieci volte tanto l appeal di questo qui.

Capisco la necessita per una casa di presentarsi al meglio con un top di gamma, ma al di la di questo, rimane un orologio per pochissimi. Si prende quasi solo col paraocchi.

giuseppe
Messaggi: 31
Iscritto il: 4 lug 2015, 11:54
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda giuseppe » 7 set 2017, 18:21

...più che altro,a meno di non considerarlo oggetto elitario ed esercizio di stile,penso vada in concorrenza con il "Black Zilla" se proprio vogliamo considerare orologi professionali...

Avatar utente
ovni1964
Master Diver
Messaggi: 2337
Iscritto il: 14 dic 2014, 16:48
Località: Conil de la Frontera (Cadiz) - SPAIN
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda ovni1964 » 8 set 2017, 0:32

Sto Citizen BN7020 mi ha lasciato senza fiato ... :woot:
Per caritá non sono i miei orologi a maggior ragione che non pratico attivitá sub-acquatica per quanto viva in una localitá di mare e ci vada quasi tutti i giorni (se non altro a camminare sul bagnasciuga) ... :rolleyes:

A mio avviso si tratta di un prodotto nato per una clientela ristretta e i cui contenuti tecnici sono comprensibili solo ai pochi ... :blink:

Riguardo agli orologi Gruppo Ardito posso dire che si tratti di oggetti unici costruiti artigianalmente e vanno desiderati per questo motivo ... :wub:

Che poi io in tempi recenti me ne sia disfato (Numero Zero e Numero Uno) non fa testo ... :rolleyes:
Vivo gli orologi da polso come merci costruite per soddisfare il piacere delle persone e una volta che l'emozione si affievolisce non ci vedo nulla di male nel rivenderle anche perché questa e' l'unica forma di tenere vivo un mercato dell'usato ... :B):

Ecco qui" l'animale" giapponese che non conoscevo ... :woot:

Ho dimenticato il Panerai Submersible tra l'altro avuto appena uscito (fine anni '90) ... aveva la cassa tutta lucida, una scatola di legno grossa come un comodino ed un secondo cinturino giallo che non petevi usare perchè era specifico per l'uso professionale (da indossare con la muta) ... dato via dopo pochi mesi ... niente di che ... una grande e costosa operazione di marketing come del resto la maggior parte dei prodotti che ci propinano ... :alienff:
Allegati
Citizen-Eco-Drive-Promaster-Professional-Diver-1000m-Watch-07.jpg
Citizen-Eco-Drive-Promaster-Professional-Diver-1000m-Watch-10.jpg
Citizen-Eco-Drive-Promaster-Professional-Diver-1000m-Watch-11.jpg
Citizen-Eco-Drive-Promaster-Professional-Diver-1000m-Watch-12.jpg
maxresdefault.jpg
"Si nasce tutti pazzi ... alcuni lo restano". (Samuel Beckett)
Immagine
http://pocketstopwatch.blogspot.com
http://www.ebay.it/usr/ovni19642008

Avatar utente
Hydroman
Special Operationd Diving Supervisor
Messaggi: 9768
Iscritto il: 5 ago 2014, 12:24
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda Hydroman » 10 set 2017, 16:37

Punti di vista ! Credo che ormai la tecnologia sia più orientata ad un quarzo "solar" che quarzo a pila.
Il prezzo... già DISCUSSO E RIDISCUSSO! Edizioni limitate costano di più e questo orologio secondo me li vale tutti per quello che è .
Non credo che a livello di misurazione ed affidabilità sia inferiore ai computer utilizzati dai sub, tutti sappiamo che citizen e casio hanno fatto scuola in questo campo, e che se producono "codesti" orologi, sanno cosa fanno. Misurazioni minime è vero, ma sono quelle essenziali ed appunto necessarie in caso di backup.
ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
aquaman*
Special Operationd Diving Supervisor
Messaggi: 4907
Iscritto il: 5 ago 2014, 12:24
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda aquaman* » 12 set 2017, 7:46

Quesiti a livello tecnico(conformità ISO e movimento preciso sexondo standard COSC)

Che ne pensate dei Submersible Panerai? premettendo che il movimento è una modifica del Valjoux 7750 (quindi manifattura non direi...), sono realmente utilizzabili professionalmente? Mi sa di no...
-il nuovo Citizen Bn7020 è veramente il successore dell'Autozilla anche se mosso da ecodrive? Lo vedete idoneo ad utilizzo professionale o è solo pubblicità? Premesso che un professionista (vedi Blackwatch) non lo porterebbe in acqua comunque, in quanto lo strumento di rispetto nelle immersioni deve essere meccanico e non elettronico...
- ultimo quesito: che ne pensate degli orologi GAW (Gruppo Ardito)? Sono validi a livello tecnologico? Ovviamente non rispettano i dettami della ISO, in quanto sprovvisti della ghiera girevole contaminuti, ma a parte questo? Il GAW Kraken di listino viene sui 2.500 euro (movimento ETA 2824-2 leggermente modificato), forse un Breitling Aveger II Seawolf (anche questo non è propriamente a norma ISO) ha un rapporto migliore qualità/costo?
Un cordiale saluto.
Giuseppe
Secondo me il panerai può essere usato benissimo in acqua in modo professionale, è affidabile robusto.
Il citizen immagino che vada alla grande ma anche io penso sia utile un meccanico come riserva.
Il GAW deve essere comprato per passione altrimenti non ha senso.
L' orologio e' l'oppio dei popoli

ImmagineImmagine
Anche nel ventesimo secolo la gente realizzerà che con fede, coraggio e giusta causa, Davide potrà a battere Golia. ( Haile Selassie)

giuseppe
Messaggi: 31
Iscritto il: 4 lug 2015, 11:54
Contatta:

Re: Tre quesiti su marche diverse

Messaggioda giuseppe » 13 set 2017, 22:03

...io sono sempre in attesa che salti fuori uno di questi nuovi "Mostrozilla"...


Torna a “Stanza Tecnica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron